Guarda filmati YouTube

Le cattedrali

Alcune delle cattedrali della Croazia piu famose :

Ðakovo

Cattedrale - Ðakovo

Il piano della cattedrale è all´insegna della croce latina. Accanto allo stile bizantino e gotico prevale lo stile neo-romanico. 143 dipinti con motivi biblici nella tecnica degli affreschi sono opera dei tedeschi Aleksander-Maksimilijan e Ljudevit Seitz. Due soli dipinti (Il sacrificio di Abramo ed Il sacrificio di Noè) sono opera del pittore italiano Leopoldo Ansiglioni. Le statue sono opere di: Vatroslav Donegani, Tomo Vodički e Georg Feuerstein, che ha creato tre statue.

L´organo è opera di Franc Jenko di Šentvid vicino a Lubiana. Lo ha costruito nel 1936 poiché il primo organo bruciò nell´incendio del 1933. Sulle mura delle navate laterali ci sono i rilievi che rappresentano le 14 fermate della via crucis scolpite in marmo di Brazza da Lujo Lozica. Sotto il santuario c´è la cripta in cui sono sotterrati i vescovi della diocesi di Dakovo e Srijem. Tra di loro un´imponente visione è sicuramente il sepolcro di J. J. Strossmayer coperto da una lunetta dell´altare con rilievi marmorei, opere di Rudotf Valdec.

Rab (Arbe)

Cattedrale - Arbe

Alla fine della via Gomja ulica, accanto al monastero costruito sulla rupe che si inclina verso il mare, si trova anche la cattedrale dell´Assunzione di Maria. La sua costruzione ha inizio nell´anno 1118, nel 1177 viene benedetta dal papa Alessandro III. È una sontuosa basilica romanica, ed attrae l´attenzione con il suo altare con ciborio del secolo VIII, con seggie del coro del periodo gotico tardo e con la statua di San Cristoforo del XII secolo. Il campanile della basilica è indipendente dalla chiesa e domina la città. Fa parte dei più bei monumenti del periodo romanico tardo in Croazia.

Split (Spalato)

Cattedrale - Spalato

Nella cattedrale di San Dujam all´entrata principale ci sono le stipiti lignee del cesellatore Andrija Buvina del 1214, all´interno il pulpito romanico, la scultura dell´epoca gotica tarda e del primo rinascimento (Sonino Da Milano e Juraj Dalmatinac), preziosi dipinti barocchi, e nelle sue immediate vicinanze una rigogliosa tesoreria della cattedrale con numerosi reliquari, libri ecclesiastici, il paramento liturgico ecc.

Šibenik (Sebenicco)

Cattedrale - Sebenicco

La cattedrale di San Giacobbe di Šibenik (Sebenicco) è una basilica a tre navate con tre absidi ed una cupola ( l´altezza degli interni ammonta a 32 m). La costruzione della cattedrale inizia in stile gotico veneziano, ma viene terminata in stile del rinascimento toscano. Sono passati quasi 15 decenni dal momento in cui è stata presa la decisione di costruire la cattedrale nel 1402 fino alla sua santificazione nel 1555. I lavori hanno inizio nel 1431 nel posto in cui è precedentemente esistita una cattedrale più piccola ed in questo modo è stato sfruttato il materiale di quest´ultima. La pietra necessaria veniva portata dall´isola di Korčula (Curzola), Susak, Brač (Brazza), Rab (Arbe) e Krk (Veglia).

Questo monumento sacro unico è un esempio particolarmente interessante in quanto si tratta dell´unica costruzione priva di elementi murari e le cui mura, le arcate e le cupole sono state costruite con un metodo unico al mondo (usato per la prima volta da Juraj Dalmatinac) in cui poi si susseguono in un´unità parti di pietra scolpite con precisione, metodo usato nel mestiere di carpenteria.

Il risultato è l´armonia dell´unità della pietra, il metodo della composizione e l´assoluta armonia degli interni e del volume esteriore della cattedrale. La tecnica della costruzione è visibile in modo migliore nel comignolo della facciata principale (a forma di trifoglio) in quanto uno dei più antichi d´Europa e in quanto l´unico che segue un proseguimento naturale in forma di piano a tre navate della chiesa in armonia con la forma e le dimensioni delle arcate.

Zadar (Zara)

Cattedrale - Zara

Nelle vicinanze dell´incrocio delle vie Decumanus e Cardo (oggi Calle larga) la cattedrale di Santa Anastasia, una basilica romanica a tre navate risalente ai secoli XII/XIII, è in realtà una basilica ristrutturata della prima epoca cristiana. Sulla facciata si susseguono le balestre, e nel centro il rosone restaurato nel secolo XX. Sotto il presbiterio abbiamo la chiesa a tre navate di Santa Barbara.

Nelle absidi laterali sono ancora conservati i resti dei quadri murali del secolo XIII. Nel presbiterio sono conservati i banchi romanici marmorei dei secoli XII/XIII ed i banchi gotici del coro (1418-50). All´altare principale sono state aggiunte parti di tramezzi del secolo IX; sopra l´altare c´è il ciborio-baldacchino gotico del 1332. Il pianterreno ed li primo piano del campanile sono stati costruiti nel secolo XV; i piani superiori sono stati costruiti nel 1892 da T. G. Jackson secondo il campanile della cattedrale di Rab.

Zagreb (Zagabria)

Cattedrale - Zagabria

La odierna cattedrale di Zagabria è dedicata all´Assunzione della Beata Vergine Maria. Dall´esterno è lunga 77 metri, ed ha 46,20 metri di larghezza. L´altezza delle torrette è di 104 metri (quella settentrionale) e 105 metri (quella meridionale). La superficie interna di preghiera è di 1617 m2 ed ha la capienza di oltre 5000 fedeli. La diocesi di Zagabria è stata fondata dal re ungarico Ladislav intorno all´anno 1093/4 ed ha stabilito di farvi costruire una cattedrale. La costruzione della nuova cattedrale ha avuto inizio probabilmente in seguito all´anno 1102 ed è stata santificata nel 1217. È stata costruita nello stile pre-romanico. Durante l´occupazione tartara nel 1242 questa nuova cattedrale viene danneggiata significativamente.

La ristrutturazione è stata condotta dal vescovo Timotej nel periodo dal 1264 al 1284 in stile gotico. ln quest´epoca è stata costruita l´area orientale della basilica della cattedrale. L´area occidentale ovvero curiale, cioè con arcate della stessa altezza in tutte e tre le navate, fu costruita durante i secoli XIV, XV nella prima metà del secolo XVI. Dalla seconda metà del secolo XV fino al primo quartale del secolo XVI sono state costruite torri e fortezze intorno alla cattedrale per la protezione dai Turchi. Nel secolo XVII la cattedrale ha subito due gravi incendi. Il rinnovo è durato fino alla seconda metà del secolo XVII. Gli ultimi lavori di ristrutturazione sono stati la costruzione del massiccio campanile meridionale, che serviva anche come torre-osservatorio. Verso la fine dei secoli XVII e XVIII la cattedrale riceve l´inventario marmoreo: nel 1698 il pulpito e i rimanenti 32 altari - preziosissimi pezzi artistici in stile barocco. Nel secolo XIX, durante l´epoca del vescovo Juraj Haulik, è stato ristrutturato il santuario (il presbiterio): lo scultore Sickinger di Monaco di Baviera ha ordinato un altare nuovo in legno, in stile neogotico. Il costruttore di organi Walcker da Ludwigsburg ha creato un organo nuovo che tutt´oggi si trova sul coro della cattedrale. Fa parte dei dieci organi più importanti al mondo.

Nell´anno 1880 Zagreb (Zagabria) subì un terremoto in cui anche la cattedrale fu danneggiata. Il piano per la sua ristrutturazione fu elaborato dall´architetto viennese Fridrich Schmidt, ed il restauro è stato eseguito dall´architetto Hermann Bolle.

Nella cattedrale sono stati sepolti anche i resti mortuari del bano croato Petar Zrinski e del conte Fran Krsto Frankopan, giustiziati a Wiener Neustadt il 30 aprile 1671.

Newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime novità e offerte
dal mondo del camping in Croazia