Camping destinazioni nella regione di Istria

Destinazioni campeggi in regione:   Istria    Quarnaro    Lika-Senj    Entroterra    Zara    Sebenico    Spalato    Dubrovnik

  • Baderna

    Baderna (Mompaderno) è un abitato vicino a Poreč (Parenzo), nota destinazione turistica istriana da cui dista 13 km e la cui ricca offerta turistica va senz’altro conosciuta.

    Lo sviluppo del turismo è dovuto, tra l’altro, anche alla sua posizione: la località è situata, in effetti, all’incrocio tra le strade statali che conducono a Trieste e a Rijeka (Fiume). Cogliete l’occasione per assaggiare uno dei locali oli di oliva.


  • Bale

    Situata a metà strada tra Rovinj (Rovigno) e Vodnjan (Dignano), Bale (Valle) è una tipica cittadina istriana a 5 km dal mare, al cui fascino contribuiscono le sue case in pietra.

    Le splendide viuzze nel borgo vi porteranno a numerosi monumenti storici, tra cui il magnifico complesso architettonico, il Castello Soardo-Bembo. La costa di Bale (Valle) è lunga 9 km e vi è possibile ammirare le impronte dei dinosauri. La città di Pula (Pola) è a soli 20 km.


  • Banjole

    Da sempre legata al mare e alla pesca, la cittadina di Banjole (Bagnole), situata a circa 10 km da Pula (Pola), offre oggi alcuni dei migliori ristoranti di pesce nell’Istria croata.

    Oltre che nell’offerta gastronomica, a Banjole (Bagnole) troverete i simboli del Mediterraneo a ogni passo, dal verde in cui è immersa la penisola che ospita la cittadina fino alle insenature e all’affascinante mondo sottomarino, tutto da esplorare.


  • Barban

    La cittadina di Barban (Barbana) si trova a poca distanza dalla costa orientale dell’Istria e a solo una trentina di chilometri dall’antica città di Pula (Pola). Si tratta di una località ampiamente conosciuta per la Trka na prstenac (Giostra all’Anello), una gara cavalleresca che si tiene una volta all’anno, in agosto.

    Qui si respira la vera anima della penisola istriana ed è proprio in questo luogo che si può scoprire la ricchezza culturale e la tradizione dell’Istria, a cominciare dai monumenti e dai punti d’interesse storici fino al patrimonio immateriale quale la musica e le danze popolari, i dialetti ciacavi e altro.


  • Brijuni - parco nazionale

    Situato accanto alla costa istriana sud-occidentale, il Parco nazionale delle isole Brijuni (Brioni) comprende un’area abitata da diversi animali, tra cui il daino e vari uccelli.

    Il Parco nazionale ha un centinaio di località archeologiche e di importanza storico-culturale. È anche una destinazione del turismo congressuale. A visitarlo sono pure gli amanti del golf, che qui hanno a disposizione un campo del tutto particolare.


  • Brtonigla

    Conosciuta, tra l’altro, anche quale luogo di ottimi vini e oli di oliva, Brtonigla (Verteneglio) è una destinazione dell’Istria nord-occidentale che va visitata.

    Qui, a una decina di chilometri dalla costa, troverete paesaggi mozzafiato, che fanno da sfondo anche a un fenomeno com’è la grotta Mramornica, un gioiello del mondo sotterraneo istriano. Divertimento è garantito nel vicino parco acquatico Istralandia.


  • Buje

    Nella parte nord-occidentale dell’Istria, a 13 km dal mare, si trova la cittadina di Buje (Buie). Il centro storico, dominato da due campanili, si trova in cima a un colle alto 222 metri, dal quale si apre un panorama sugli immensi e dolci altipiani della penisola istriana.

    Le numerose strade del vino e quelle dell’olio di oliva nei dintorni della pittoresca città di Buje (Buie) attrarranno tutti gli amanti degli ottimi vini e delle delizie gastronomiche istriane, mentre gli attraenti percorsi ciclistici, tra i quali il più famoso è, senza dubbio, quello della Parenzana, arricchiranno ogni vacanza con esperienze e avventure uniche.


  • Fažana

    Situata a circa 8 km dai rinomati monumenti storici a Pula (Pola), Fažana (Fasana) è un antico borgo di pescatori delle cui bellezze scrisse pure Pier Paolo Pasolini.

    Oggi tra le destinazioni turistiche nell’Istria meridionale piuttosto conosciute, Fažana si trova di fronte alle isole di Brijuni (Brioni), che costituiscono uno dei parchi nazionali della Croazia e che da Fažana sono raggiungibili in poco tempo in barca.


  • Funtana

    Nelle vicinanze di Poreč (Parenzo) e Vrsar (Orsera), Funtana (Fontane) è raggiungibile in un paio di ore in automobile da gran parte delle capitali europee più importanti.

    Oltre alla prossimità geografica di molti paesi europei, a favorire lo sviluppo turistico del luogo sono pure i vari ristoranti conosciuti per i piatti a base di pesce. Il luogo costituisce una buona base per l’esplorazione del resto della penisola istriana.


  • Galižana

    La località di Galižana (Gallesano) si trova 5 km a nord di Pula (Pola), la più grande città istriana. Amministrativamente, il luogo fa parte della Città di Vodnjan (Dignano).

    Conosciuta quale una delle località istriane più antiche, Gallesano è oggi anche un luogo turistico, la cui tradizione può essere conosciuta durante i mesi estivi alle feste locali arricchite con programmi folcloristici e gastronomici.


  • Koromačno

    Koromačno (Valmazzinghi) è un abitato costiero situato nella parte sudorientale dell’Istria. Si trova a circa 17 km da Labin (Albona), che è il centro urbano più vicino.

    La zona riservata ai campeggiatori è immersa nel verde della penisola di Ubas. A meno di 10 km da questa parte dell’Istria orientale vi è Skitača (Schitazza), una meta per gli amanti dell’escursionismo, la cui cima è a circa 500 metri sopra il livello del mare.


  • Krnica

    Circondata da boschi, pascoli e vigneti, Krnica (Carnizza) si trova lungo la costa orientale dell’Istria, a circa 25 km dalla città più grande della penisola, Pula (Pola).

    Carnizza fa parte del territorio del comune di Marčana (Marzana) ed è collegata con il mare tramite il suo porto, in cui si possono assaggiare scampi appena pescati. Nelle vicinanze ci sono diversi paesi pittoreschi, tra cui Rakalj (Castelnuovo d’Arsa).


  • Labin

    Con il suo porto di Rabac (Rabaz o Porto Albona), Labin (Albona) costituisce la destinazione turistica più importante sulla costa orientale della Regione istriana.

    Qui, a circa metà strada tra Opatija (Abbazia) e Pula (Pola), tra cui l’ultima si trova circa 45 km a sud di Labin (Albona), scoprirete un centro storico con le tracce della Serenissima, che viene visitato anche grazie al percorso minerario allestito al Museo civico.


  • Ližnjan

    Situata nell’Istria meridionale, Ližnjan (Lisignano) è una località immersa nella vegetazione mediterranea e affacciata sul mare, con la vista sul Golfo del Quarnero.

    Distante da Pula (Pola) solo una decina di chilometri, Ližnjan (Lisignano) offre ai propri visitatori la possibilità di trascorrere una tipica vacanza mediterranea, da completare con un programma di equitazione di uno dei vicini club specializzati nel settore.


  • Medulin

    Una volta un villaggio di pescatori, Medulin (Medolino) è oggi una località turistica moderna che si trova a solo 10 km dalla più grande città istriana, Pula (Pola).

    I sostenitori del naturismo tra i campeggiatori troveranno qui l’alloggio desiderato. Medulin (Medolino) è pure una destinazione per le famiglie con bambini, anche grazie alla sua spiaggia di sabbia Bijeca. Vi è la possibilità di andare a pesca con i pescatori locali.


  • Motovun

    Il tartufo bianco non è l’unica ricchezza di Motovun (Montona), una cittadina nel nord dell’Istria, a 20 km dal mare, vicino a Buzet (Pinguente) e al confine con la Slovenia.

    Oltre che per il fungo sotterraneo, Motovun (Montona) è diventata famosa per il festival del cinema che qui si tiene in luglio. Ai piedi di questo borgo medievale scorre il più lungo fiume istriano, il Mirna (Quieto), 53 km. L’ex ferrovia Parenzana oggi ospita gare ciclistiche.


  • Novigrad (Istra)

    Una volta un piccolo borgo di pescatori, Novigrad (Cittanova) è oggi una meta turistica ben conosciuta. È situata sulla costa nord-occidentale della penisola istriana.

    È una destinazione amata anche dai campeggiatori, che la troveranno a 25 km dal confine con la Slovenia. Conosciuta come “luogo di nascita” del sashimi istriano, pesce crudo ispirato al Giappone, si trova a poca distanza dal primo parco acquatico in Istria, Istralandia.


  • Poreč

    Molto conosciuta come meta turistica anche tra i campeggiatori, Poreč (Parenzo) è visitata pure grazie ai mosaici alla basilica Eufrasiana. Si trova a 77 km da Trieste.

    Tra gli eventi che si tengono in questa parte della costa ovest istriana vi è il festival Giostra, al quale si rivive il passato della città, che può essere conosciuto pure nel centro storico. Nelle vicinanze del luogo ci sono diverse grotte aperte ai turisti.


  • Premantura

    Situata a solo 10 km dalla più grande città istriana, Pula (Pola), nell’estremo sud dell’Istria, Premantura (Promontore) è circondata da una natura di rara bellezza.

    A sud del villaggio si trova il promontorio Rt Kamenjak (Capo Promontore), un’area del paesaggio protetto lunga 9,5 km e ampia 1,5 km, con un totale di 30 km di costa frastagliata. Tra le 530 specie di piante vi sono 20 tipi di orchidea, tra cui alcune endemiche.


  • Pula

    La più grande città istriana è situata nel sud dell’Istria. Pula (Pola) è conosciuta per i suoi monumenti romani, tra cui vi è pure uno degli anfiteatri meglio conservati al mondo.

    Una volta ospitava i giochi di gladiatori, mentre oggi l’anfiteatro è il palcoscenico per una serie di eventi culturali, compreso il Festival cinematografico avviato nel 1954. Passeggiando per le vie di questa città si scoprono dei bei giardini pubblici.


  • Rabac

    Situate sulla costa orientale istriana, Rabac (Rabaz o Porto Albona) e le sue spiagge di ghiaia bianca hanno ospitato i primi campeggiatori a metà dello scorso secolo.

    Gli inizi del turismo risalgono alla fine del 19.esimo secolo. Oggi l’offerta turistica è legata a quella della vicina Labin (Albona), il cui centro storico è raggiungibile lungo il sentiero boschivo che inizia vicino al campeggio locale. Il dislivello è di 236 m.


  • Rovinj

    Una delle destinazioni turistiche croate più conosciute a livello europeo e a quello mondiale, Rovinj (Rovigno) è promossa come il luogo più romantico del Mediterraneo.

    Oltre alla sua architettura, ad attirare un numero sempre più elevato di turisti in questa parte dell’Istria occidentale sono pure gli eventi che qui si tengono durante tutto l’anno, tra cui la rassegna Grisia. Da non perdere gite in barca alle vicine isole.


  • Savudrija

    Savudrija (Salvore) è il punto più occidentale della Croazia e la prima destinazione turistica all’entrata dalla Slovenia nell’Istria croata. Famoso è il suo faro del 1818.

    La sua notorietà il faro menzionato la deve al fatto di essere il più antico tra i fari nell’Adriatico. È uno dei fari croati adattati per ospitare turisti. Quello che attira i visitatori in questa parte della Croazia sono anche i percorsi ciclabili e la cucina.


  • Sv. Marina

    Situata sulla costa orientale dell’Istria, a sud-est della cittadina di Labin (Albona), Sveta Marina (Santa Marina) si trova su una piccola penisola con oliveti e una chiesa.

    Il luogo va fiero del suo campeggio, in cui è attivo un centro per i sommozzatori classificato tra i migliori del Mediterraneo. La vicinanza di Labin, ubicata a 15 km da qui, garantisce a chi visita Sveta Marina (Santa Marina) anche un tuffo nel passato dell’Istria orientale.


  • Sveti Lovreč

    Sveti Lovreč (San Lorenzo del Pasenatico) è una delle cittadine fortificate meglio conservate della penisola istriana. È situata nell’immediato retroterra della storica città di Poreč (Parenzo) e della località di pescatori di Vrsar (Orsera).

    Questo museo all’aperto si distingue per il suo campanile a forma di torre, che domina l’intera cittadina, mentre una delle manifestazioni di cui la città va molto orgogliosa consiste in una rappresentazione del presepe vivente durante le festività di Natale e Capodanno.


  • Tar - Vabriga

    Conosciuta come luogo in cui si produce il miglior olio di oliva in Europa, la località di Tar-Vabriga (Torre-Abrega) è situata a 10 km da Poreč (Parenzo) e a 55 km da Trieste.

    L’olio extravergine di oliva la cui qualità è stata confermata dalla FAO lo troverete nelle specialità culinarie di questa parte dell’Istria occidentale, ma anche nel locale ecomuseo. Il luogo è una nota meta dei campeggiatori, come tutta l’area di Poreč (Parenzo).


  • Tinjan

    Tinjan (Antignana), nel profondo retroterra della città di Poreč (Parenzo), è una cittadina in cui si avverte, a ogni passo, l’antica tradizione, le usanze e la cultura della penisola istriana.

    Come un’attraente destinazione turistica con alcune decine di strutture ricettive di lusso da prendere in affitto, per lo più case vacanza, questa località attira gli ospiti pure con un evento ormai tradizionale e molto ben frequentata, la rassegna internazionale del prosciutto che si tiene ogni anno in ottobre.


  • Umag

    Come una delle prime città del nord dell’Istria croata che si raggiungono dopo il confine, Umag (Umago) è una buona introduzione a quanto l’Istria offre durante tutto l’anno.

    Molte delle sue strutture ricettive, note per la loro alta qualità, si trovano lungo i 45 km della costa cittadina. Umago è famosa per il torneo internazionale di tennis, che si tiene in luglio e comprende vari eventi cui presenziano molti personaggi celebri.


  • Višnjan

    Ubicata su un colle nell’Istria occidentale, Višnjan (Visignano) fa parte dell’area di Poreč (Parenzo), città a 12 km dal luogo. È famosa per il suo osservatorio astronomico.

    Vicino all’osservatorio, che si trova a Tićan, a 3 km da Višnjan (Visignano), passa un percorso ciclabile, il cosiddetto Sentiero delle stelle, lungo 25 km. È noto pure il percorso pedonale, Sentiero botanico, lungo 3 km. Tra gli eventi vi è il festival AstroFest.


  • Vodnjan

    Situata nell’Istria sud-occidentale, Vodnjan (Dignano) si trova a circa 12 km da Pula (Pola), la più grande città istriana. È sinonimo dell’olio di oliva di alta qualità.

    Grazie alla tradizionale manifestazione cui in novembre si festeggia l’olio di oliva novello e all’ottimo extravergine che qui si produce, Vodnjan (Dignano) è una nota meta gastronomica. È famosa pure per i corpi mummificati di alcuni santi alla chiesa di San Biagio.


  • Vrsar

    Vrsar (Orsera) è situata sulla costa occidentale dell’Istria e a 10 km da Poreč (Parenzo). La cittadina avrebbe ospitato nel 18.esimo secolo pure il famoso Giacomo Casanova.

    Il celebre latin lover ha parlato dei suoi soggiorni a Vrsar (Orsera) nella sua autobiografia. La cittadina gli ha dedicato un festival di amore ed erotismo, Casanovafest. Vrsar (Orsera) è nota quale città scultorea per la locale scuola estiva di scultura Montraker.


  • Zambratija

    Zambratija (Zambrattia) è un abitato che rientra nella Città di Umag (Umago). Situato nel nord-ovest dell’Istria croata, è consigliato alle famiglie con bambini.

    A rendere questa destinazione turistica ideale per i più piccoli sono le sue spiagge di sabbia con un mare poco profondo. Vi sono campi per pallavolo, calcetto e pallacanestro, come pure delle spiagge di ghiaia e roccia. Il centro di Umag (Umago) si trova a 4 km da qui.


  • Žminj

    Nel vero cuore della penisola istriana, all’incrocio tra le strade che dal nord portano al meridione assolato e quelle che collegano la costa occidentale dell’Istria con quella orientale, vi troverete la cittadina di Žminj (Gimino).

    Questo luogo ricco di storia, una volta circoscritto da mura, oggi ai propri ospiti offre numerose opportunità di svago nell’ambito di diverse manifestazioni ed eventi. Per questo motivo, la località è la destinazione preferita dalle famiglie ed è un’ottima meta per chi vuole conoscere la tradizione e la cultura del paese che visita.


Le isole della Croazia

Coordinate GPS dei campeggi

Newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime novità e offerte
dal mondo del camping in Croazia